Passa ai contenuti principali

Post

Il Cavaliere che aveva un peso sul cuore di Marcia Grad Powers

"Vivi un giorno alla volta, apprezza il momento presente e accetta le difficoltà come pietre sul sentiero della pace" Il Cavaliere che aveva un peso sul cuore - Marcia Grad Powers
Questo libro è arrivato per caso a settembre del 2012 e mi ha accompagnata in uno dei momenti più importanti della mia vita. Era con me durante il Cammino di Santiago, esperienza che scelsi di compiere da sola.
Furono giorni intensi, ma non solitari. Durante il cammino incontrai persone e visitai luoghi che hanno lasciato un'impronta indelebile in me, il ricordo di quei giorni è rimasto scolpito dentro, così come la vicinanza di alcune persone, che anche se a distanza, seppero fare una grandissima differenza nei momenti più difficili.
Allora qualche giorno fa l'ho ripreso, ed al suo interno ci ho trovato alcuni biglietti del mio Cammino, ho sempre utilizzato segnalibri casuali per i miei libri, biglietti, scontrini, pezzetti di carta, a parte un unico segnalibro a forma di luna che mi regalò …
Post recenti

Parola d'ordine: Comunicare

In questi giorni la comunicazione  è alla base di tutto.  Abbiamo sempre avuto il bisogno primario di comunicare attraverso la parola ad esempio e indipendentemente dal fatto che questa fosse scritta o orale; attraverso la musica, l'arte, il teatro, con cartelli pubblicitari, con il tatto, quanto ci manca comunicare con il tatto vero? E allora in questi giorni che cosa abbiamo fatto? Abbiamo "aperto le gabbie", ora non voletemene a male per aver usato questo paragone,  siamo pur sempre animali, con una capacità di ragionamento, ma l'istinto per quanto domato, malandato e poco utilizzato è rimasto. 
Quindi abbiamo iniziato una comunicazione compulsiva di informazioni, a volte giuste, altre sbagliate, a volte anche false, ci abbiamo messo dentro tutta l'emotività che non potevamo esprimere fisicamente e l'abbiamo data in pasto al mondo, alcuni ci hanno detto "hai ragione" altri ci hanno detto "ma stai sbagliando tutto", insomma ognuno ha espress…

Ti svelo un segreto

E se quello che ti manca fosse il Teatro?

Guardati intorno, la tua vita è un susseguirsi costante di spettacoli teatrali. Gli spettacoli che hai portato in scena, li ritrovi ogni volta che apri l'armadio mischiati e sgualciti tra i vestiti di tutti giorni e i pigiami. Li trovi negli oggetti di scena che hai in casa e che per mancanza di tempo o di soldi hai usato per la scena e poi hai rimesso al proprio posto, come se fosse normale, come se tutta la tua vita, oggetti compresi, fossero in funzione della scena.  Oppure li ritrovi nelle pile di copioni che hai nella libreria, da quelli per bambini, a quelli in cui hai lasciato il cuore, l'anima e pure qualche goccia di sangue, perché dietro le quinte ci si fa anche male, o ancora li ritrovi nelle foto che hai sul telefono piene di ricordi e sorrisi con i colleghi, o nelle locandine che hai appeso alle pareti di casa tua. 
Sei un attore o un'attrice, un regista, un costumista, una scenografa, tecnico audio/luci o qualunque sia il tuo ruolo nel mondo dello spettacolo, i…

Take care of us

In questi giorni in cui ti viene detto di stare a casa ti senti mancare l’aria. Come se lo stare a casa fosse una costrizione che ti senti stretta addosso, è un pò come se fossi andato al ristorante e dopo aver ordinato il tuo piatto preferito, il cameriere ti avesse portato un piatto vuoto. Perché stare a casa, lontano dagli altri, lo vedi come un vuoto che non sei capace di gestire. Perché anche se spesso non li sopporti, sai che hai bisogno degli altri per riempire il vuoto di te stesso o te stessa.
Facciamo una cosa insieme, ora facciamo un passo indietro, fino ad arrivare a qualche settimana fa. Probabilmente, fino a tre settimane fa avresti fatto di tutto per potertene stare a casa sul divano cercando di evadere dai tuoi compiti quotidiani perché avevi bisogno di tempo per te. Ora le cose sono cambiate, ti viene chiesto di prenderti tutto il tempo che fino ad ora hai sempre desiderato, e cosa è successo?
Tu, questo tempo che ora finalmente hai, non sai come gestirlo e lo sai per…

La mia Libreria

La mia libreria è un posto colorato, ci puoi trovare dentro di tutto, dai ricordi degli spettacoli che ho fatto, ai miei disegni da bambina, i documenti di lavoro, i libri ovviamente, quelli a cui sono tanto affezionata, gli altri stanno in altri scaffali, i regali ricevuti, i ricordi che ho nascosto e che all'apparenza non si vedono. 
In questa libreria tutto ha un posto ma non necessariamente uno scopo, e fino a poco tempo fa non era affatto così. 
Era piena di scatole ammucchiate, di vita vissuta altrove che cercava un posto in cui abitare perché il posto in cui si trovavano prima gli era stato portato via come il risveglio da un sogno che si chiama vita, in cui le persone cambiano strada e poi bisogna ritrovare la strada di casa con tante valige e tante scatole piene di ricordi che non sai come sistemare. 
Più che una libreria sembrava un accampamento di ricordi, tutti ammucchiati, tutti confusi, tutti sospesi in attesa di essere sistemati. 
Ci ho messo del tempo a sistemarla, più…

One Thing At a Time: Una cosa alla volta. ⠀

One Thing At a Time: Una cosa alla volta. ⠀ ⠀ L'importanza di rispettare se stessi o se stesse, nel fare una cosa alla volta. ⠀ ⠀ Ci vogliono sempre tutti perfetti o perfette, multitasking, capaci di fare tutto, subito, ed al meglio. ⠀ ⠀ Giusto, fare tutto.. ma non si può fare nulla se nella mente girano milioni di pensieri, perché mentre stiamo facendo A ci concentriamo su B, e magari C e perché non mettere anche un pochino di D. ⠀ ⠀ Il risultato è che tutto viene fatto male, e noi ci sentiamo frustrati o frustrate. ⠀

Meglio fare una lista di cose da fare, mettendo al primo posto quelle che sono le nostre priorità, e non quelle degli altri. ⠀ ⠀ Iniziamo da lì, una cosa alla volta, una cosa che è la nostra priorità, probabilmente all'inizio sarà più difficile, perché non siamo abituati o abituate, ma con il tempo mi sto accorgendo che mettere me stessa al primo posto, mi lascia anche più tempo per gli altri. ⠀ ⠀ Perché se sto bene io, posso stare meglio con le persone a me care.